Molto operatori che gestiscono grandi edifici come hotel, centri affari, fabbriche, edifici di pubblica utilità o stazioni di servizio, a volte, hanno la necessità di avere degli impianti igienici che siano facili da installare, che non producano odori sgradevoli e che, allo stesso tempo, contribuiscono ad un risparmio idrico ed economico, grazie anche al fatto che questi tipi di installazione non richiedono stazioni di pompaggio per il rilancio in fognatura.
La tecnica del sottovuoto, abbinata all’utilizzo di idonei sanitari, può essere impiegata per la realizzazione di impianti idraulici di singoli edifici.

Funzionamento sanitari a depressione

L’impianto è collegato ad una centrale del vuoto compatta composta da un serbatoio di raccolta dei reflui, da due pompe del vuoto, due di scarico e da un quadro elettrico. Quando vengono attivati gli scarichi delle varie utenze (WC, lavandini, …) i liquidi vengono aspirati nel serbatoio e da qui rilanciati in fognatura. I WC sottovuoto sono disponibili completi di unità di interfaccia e pronti per essere montati a parete o a pavimento. Per quanto riguarda gli altri elementi, ovvero lavandini, vasche, docce, bidet, etc., essi hanno bisogno di una unità di interfaccia che viene generalmente incassata nella parete e raccordata all’utenza per mezzo di un tubo a gravità.
Questa unità è molto compatta e include un serbatoio d’accumulo, un sensore pneumatico e una valvola di scarico. Non ha bisogno di energia elettrica in quanto funziona pneumaticamente: non appena l’acqua scaricata raccolta dall’unità di interfaccia raggiunge un determinato livello, il sensore ne avverte la presenza e fa aprire la valvola di scarico: l’acqua viene cosi aspirata nell’impianto sottovuoto e portata al serbatoio di accumulo.

Campi di applicazione 

Questo tipo di impianto, che riduce notevolmente i consumi d’acqua (si pensi che un WC sottovuoto utilizza solo 1 l d’acqua contro i 20 l di un WC tradizionale) è particolarmente conveniente:

  • dove ci sia la necessità di ridurre i consumi d’acqua, a fronte di un uso frequente dei servizi sanitari;
  • dove le limitazioni strutturali rendono difficoltoso l’impiego di scarichi tradizionali;
  • nella ristrutturazione o nell’ammodernamento di strutture già esistenti.

Vantaggi

I sistemi idraulici a depressione per i singoli insediamenti offrono parecchi vantaggi:

  • Riducono il fabbisogno idrico anche dell’80% (si rende noto come il risparmio idrico si verifichi esclusivamente per l’utilizzo degli sciacquoni dei wc).
  • Sono molto flessibili e semplici da installare.
  • Impiegano tubi plastici di piccole dimensioni.
  • Non necessitano di pompe di sollevamento.
  • Consentono di avviare i reflui in tempi rapidi ad eventuali impianti di depurazione.
  • Sono igienicamente sicuri.
  • Garantiscono l’assenza di odori (sistema chiuso).
  • Eventuali perdite nell’impianto sono subito localizzate.
  • Richiedono poca manutenzione